Regione Lazio – Avviso Pubblico

Piani Aziendali di Smart Working

Come previsto dall’avviso pubblico “Piani Aziendali di Smart Working Adozione di modelli e strumenti da parte delle imprese e dei titolari di Partita IVA del Lazio” Asse I – Occupazione – Priorità di investimento 8i) Obiettivo specifico 8.5, Finanziamento €7.000,00 Azione A – cup F83D20005350009 – €3.484,00 Azione B – cup F83D20002050009.

——————————-

PROGETTO “smartworking@ecosafety”

Il personale dipendente della società Gruppo Ecosafety S.r.l. è impegnato nel piano smart working finanziato nell’ambito dell’Avviso Regione Lazio PO FSE 2014-2020 Avviso pubblico “Piani Aziendali di Smart Working Adozione di modelli e strumenti da parte delle imprese e dei titolari di Partita IVA del Lazio” Asse I – Occupazione – Priorità di investimento 8i) Obiettivo specifico 8.5.

In sintesi

Descrizione

Il progetto consiste in un percorso di smart working formativo/informativo relativo alla materia del lavoro agile all’interno dell’azienda. Per la fase di sperimentazione prevista dal bando saranno coinvolti, su base volontaria, i dipendenti della società.

Finalità

Il progetto rappresenta una priorità per l’azienda e mira ad agevolare un corretto equilibrio fra gestione dei tempi di vita ed esigenze organizzative aziendali. Inoltre, si intende creare valore aggiunto a lungo termine partendo dalla costruzione di un ambiente di lavoro permeato da fiducia, lealtà e senso di responsabilità.

Questo percorso di sperimentazione delle modalità di lavoro agile nasce in una fase di crisi dovuta al diffondersi dell’epidemia di corona virus e consentirà, coerentemente con le misure d’urgenza varate con i decreti ministeriali per il contenimento dell’emergenza epidemiologica, il proseguimento delle attività aziendali in un contesto di sicurezza dei lavoratori e di preservamento della sicurezza collettiva.

Risultati attesi

  • Aumento della produttività: nel momento in cui il lavoro è strutturato al meglio, anche il risultato finale viene incrementato;
  • Indipendenza del lavoratore: il collaboratore è maggiormente responsabilizzato perché può decidere in totale autonomia come gestire il proprio lavoro;
  • Soddisfazione personale del lavoratore: il collaboratore riesce a conciliare meglio la sfera lavorativa con quella personale e questo innalza la qualità complessiva della sua vita;
  • Coesione aziendale: il lavoratore apprezza di più l’ambiente nel quale lavora e, di conseguenza, l’azienda stessa per la quale presta la sua attività.

https://europa.eu/european-union/about-eu/funding-grants_it

http://www.lazioeuropa.it/porfse